Stare bene con se stessi, nell’odierna società è diventata quasi un’utopia, ma non per noi di Dominantemente.

Cosa vuol dire stare bene con se stessi? Vuol dire sentirsi appagati, realizzati, sereni.

Stare bene, non è da considerare come quando si dice “si sto bene” ma poi non è vero.

Significa, non aver bisogno di nulla oltre ciò che si ha, di avere consapevolezza di se stessi.

Stare bene con la propria persona, significa aver allineato il benessere dell’ego a quello dell’IO.

L’ego, è quella parte che spesso esaltiamo nelle gesta, o nelle azioni quotidiane, l’IO, è un qualcosa di più profondo, è quella voce interiore che ci spinge verso azioni che ci fanno sentire in pace.

Dunque, per stare davvero bene con te stesso, segui bene ciò che sto per dirti.

Stare bene con se stessi significa vincere ogni paura che risiede dentro di te.

Stare bene con se stessi: Regola numero 1°fai ciò che ti spaventa

Dunque, per poter stare bene con se stessi, è necessario tirare fuori le proprie paure.

Che siano sociali, relazionali poco importa, ciò che ti spaventa deve uscire fuori da te stesso, deve farti ricredere su inutili convinzioni.

Guarda dentro di te, cos’è che non ti permette di agire liberamente? Cosa ti spaventa di più?

Un giudizio? Un pensiero sbagliato sul tuo conto?

Bene. Una volta che hai compreso da dove proviene la tua paura, fai proprio ciò che ti rende insicuro.

Spesso, la paura, è forte solo nel momento in cui risiede nella nostra testa, ma poi, quando si verifica proprio quella situazione, osserviamo che questa, era solo infondata.

Il cervello, guarda le cose, solo nella misura in cui noi, gliele mostriamo.

Dunque, non sempre queste cose, si verificano per come le avevamo immaginate.

Quindi, affronta ciò che è scomodo, ciò che ti rende insicuro, solo così sarai davvero fiero di te stesso senza troppi giri di parole.

Per stare bene con se stessi, è necessario risolvere tutto ciò che lo impedisce.

Regola numero 2°Non vivere nel rimpianto

Il rimpianto, una parole che contiene infinite emozioni contrastanti, che ti distrugge ma ti fortifica.

Come si può evitare di avere rimpianti? Questo l’ho già spiegato nell’articolo che riflette l’argomento.

Per evitare di rimpiangere ciò che hai fatto oppure NON fatto, devi capire due cose importanti:

  • Ciò che fai, è l’unica cosa che potevi fare in quel momento. Ma non perché non avevi alternative, semplicemente perché, hai agito per quello che conoscevi e per ciò che provavi il quell’istante. Non ragionare con il senno di poi, poiché questo, è l’errore per eccellenza.
  • Hai sempre una scelta. Se hai agito per qualcosa ma te ne sei pentito, nulla ti impedisce di rimediare, se poi ciò che fai per rimediare non basta, evidentemente, non era la tua strada.

Dunque, scegli e agisci sempre per ciò che senti e che ti fa stare bene, il resto conta poco.

Tu sei il primo obiettivo da considerare per stare bene con se stessi, è necessario essere consapevoli di ciò che si vuole, il come vien da se.

Assodato il fatto che devi affrontare le tue paure e che tutto ciò che fai è ciò che senti di fare, non ci sarà mai nulla a fermare la tua serenità interiore.

Stare bene con se stessi, significa aver fatto ciò che si voleva nel bene e nel male, se questo non porta il risultato sperato, non è colpa tua.

Devi condurre la tua vita in pace con la tua anima, solo così sarai davvero imbattibile.

Osserva il tuo passato e sii grato per ciò che hai fatto, se qualcosa ti logora dentro, devi risolverla il prima possibile.

Dominantemente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili. Grazie.

Condividi l'articolo sui social

3 commenti

Lascia un commento