Smettere di lamentarsi, significa comprendere il senso di ciò che si possiede in questo momento.

Le persone, si comportano come se ogni cosa gli fosse dovuta, come se tutto fosse scontato.

Ma poi, non fanno nulla per apprezzare davvero.

Lamentarsi, è il modo più facile per mostrare l’insoddisfazione di qualcosa che non è andata come si voleva, senza sentire l’obbligo di fare di più.

Di solito, chi si lamenta sempre, pretende che le cose vadano per il verso giusto con il minimo dell’impegno, ma non funziona così. Continuare a procrastinare, non farà di te una persona appagata.

Coloro che si lamentano continuamente, sono gli stessi che amano giudicare tutto e tutti, proiettano i propri difetti negli altri, senza curarsi di ciò che devono fare davvero.

L’uomo dell’epoca moderna, è infelice, desidera sempre qualcosa di più senza godersi un risultato, pensa al domani senza far caso all’oggi. L’hic et nunc, è solo un vecchio ricordo.

Per smettere di lamentarsi è importante capire queste cose.

Smettere di lamentarsi: I 3 consigli utili

Se continui a lamentarti delle cose che non hai, sottolineerai solo mancanza nella tua vita, se impari a dare valore a ciò che hai ottenuto, proverai la gioia della soddisfazione.

1° consiglio: Fai caso a ciò che possiedi.

Tutte le cose che appartengono alla tua vita, che ti piacciano o meno, sono cose che ti servono per comprendere ciò sei riuscito a fare. Dunque, devi apprezzare tutto questo, solo per il semplice fatto che ti sta insegnando qualcosa.

Ti piace? Osservalo, godilo, amalo.

Non ti piace? Apprezzalo, poiché ti sta dicendo dove devi andare per esser felice davvero.

Se continui a lamentarti di ciò che non hai, di relazioni sbagliate, di lavori insoddisfacenti, ricordati che la colpa è solo tua.

Tu hai scelto di agire in un determinato modo, se non sei contento di questo, cambia direzione, ma smetti di lamentarti. Nessuno ti può obbligare a fare ciò che non desideri, dunque, impara la lezione e vai avanti.

2° consiglio: Accetta il tuo passato

Come ho detto più volte in vari articoli di questo sito, ogni cosa che hai vissuto, è una miniera d’oro per te.

Impara a sfruttare le esperienze come insegnamento per il tuo futuro, ma non tralasciare il presente.

Se oggi non hai ciò che desideri, non significa che non lo avrai, ma devi fare molta attenzione ad usare il giusto atteggiamento.

Lamentarti, ti darà solo altri motivi per cui non essere felice, gira questi motivi a tuo favore e comprendi cosa devi fare per muoverti nella direzione a cui aspiri.

Ciò che non hai fatto, non deve essere la scusa per non cominciare, ma il punto di partenza.

Smettere di lamentarsi significa comprendere il valore di ciò che si ha.

3° consiglio: Osserva le tue motivazioni

Cosa vuoi?

Perché lo vuoi?

Chiedersi il perché, spinge il tuo cervello a comprendere davvero l’importanza di quella cosa e di conseguenza a muoversi in quella direzione.

Smettere di lamentarsi, significa anche capire dove si vuole andare e perché lo si vuole fare.

Se ti lamenti è perché non sei soddisfatto, ma puoi sempre aspirare a qualcosa di più.

Per ogni cosa di cui non sei soddisfatto, c’è una motivazione più profonda che ti spinge ad evidenziarlo.

Scava dentro questa motivazione e comprendi dove hai sbagliato, una volta fatto questo, agisci.

Continuare a lamentarti di ciò che non hai, non ti fa godere di ciò che hai ottenuto, dunque, così facendo non sarai mai felice.

Comincia a fare le cose per te stesso e non curarti del giudizio altrui, tu sei l’unico padrone della tua vita, l’unico protagonista.

Basta lamentele, comincia con i fatti.

Dominantemente.

SE VUOI ACQUISTARE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili, grazie.

Condividi l'articolo sui social

2 commenti

Lascia un commento