Come imparare ad accettare il cambiamento?

Se sei qui a leggere, probabilmente, ti sei chiesto come si fanno ad accettare i cambiamenti che avvengono nella nostra vita. Quindi mettiti comodo e comincia la lettura.

Cos’è un cambiamento?

Il cambiamento, è tutto ciò che c’è di diverso rispetto a cose che già facciamo, è l’ignoto, è l’ultimo arrivato in un gruppo di amici d’infanzia.

Vivere un cambiamento, spesso è traumatizzante, soprattutto quando si è legati alle proprie abitudini, alla propria routine.

La paura di affrontare cose nuove, percorsi diversi, catapulta le persone nello sconforto più profondo, senza magari comprendere che un cambiamento, a volte, è l’unica salvezza.

Ci sentiamo tanto protetti nella nostra comfort zone, che nemmeno ci domandiamo se con una vita diversa, potremmo sentirci meglio.

L’essere umano è abitudinario, statico, ordinario, difficilmente abbandona la sua routine, ma quando scopre che un qualsiasi cambiamento lo soddisfa, vive nel rimpianto di non averlo scelto prima.

L’uomo, vive con la convinzione di sapere tutto, di conoscere perfettamente ciò che gli succederà, tanto presuntuoso da dire cosa accadrà se dovesse comportarsi in un certo modo.

Infatti, nel momento in cui arriva una nuova situazione, di cui non conosce le dinamiche, l’uomo, si allontana, si spaventa, preferisce distaccarsi da un qualcosa che non può prevedere.

Tu pensi che una situazione già conosciuta non possa essere comunque complicata o addirittura distruttiva?

Come accettare un cambiamento? Pensare che sia l'alternativa migliore

Come imparare ad accettare il cambiamento #1 passo: Cambia il tuo preconcetto

Per imparare ad accettare un cambiamento, è necessario cambiare la tua forma mentis, ovvero il tuo preconcetto.

Un preconcetto, è l’insieme di quelle credenze che dai per scontate, ma che in realtà non ti portano nessun vantaggio.

“Questa cosa non fa per me”, oppure “Già immagino che non ne sono capace”, “non mi sento pronto”.

Queste convinzioni, che hai costruito nell’arco della tua vita, basandoti su pensieri altrui, ti hanno portato a credere che tu, non possa fare qualcosa che non sia obbligatoriamente nelle tue corde.

Il tuo preconcetto, ti allontana dalle nuove possibilità.

Le persone brillanti, gli uomini di successo, hanno sempre sperimentato cose che non erano alla loro portata, diventando i migliori.

Esplorare l’ignoto, è un’occasione che dai a te stesso per poter eccellere.

Dunque, se vuoi davvero approcciare serenamente ad un cambiamento, ricordati che:

  • Anche ciò che adesso conosci, un tempo era ignoto. Sei nato in un mondo di cui non conoscevi nulla, ti sei adattato, hai sperimentato, hai vissuto, hai imparato.
  • Cimentati in cose che pensi di non saper fare. Non esiste soddisfazione più grande di sperimentare un qualcosa che si credeva “impossibile”. La mente, è in grado di sopravvivere ad ogni tipo di situazione, si adatta come meglio può, non conosce limiti.
  • Non darti per scontato. Se dai per scontato le tue capacità, sei il primo a credere di non potercela fare. Abbi fiducia in te stesso più di quanto tu abbia mai fatto.
  • Non giudicare a priori. Ogni situazione che si rispetti, non può essere giudicata prima di esserci dentro. Dunque, finché tu non abbia sperimentato, vissuto, provato una cosa nuova, NON puoi giudicarla.

Tu sei la somma dei tuoi pensieri, dei tuoi ragionamenti. Gli altri, ti vedono nella stessa misura in cui tu senti di essere.

Passo #2: Abbandona la paura

Per cimentarti in una nuova situazione, devi abbandonare le tue paure.

La paura, ti tiene bloccato, ti imprigiona nel suo nido e non ti permette di vivere.

Paura di cosa?

Paura di cambiare?

Se hai paura di cambiare vuol dire che ti piace il posto in cui sei adesso, bene, deduco che tu sia felice così.

Ti basta ciò che hai? Ricorda che un cambiamento, a volte, rappresenta la svolta che hai sempre desiderato, ma mai imparato ad affrontare.

Per ottenere risultati diversi, devi fare cose diverse.

Paura di sbagliare?

L’uomo è nato per sbagliare, di cosa ti spaventi.

Gli errori solo l’unica alternativa per la tua crescita personale, se non sbagli non impari.

Commettere un errore di valutazione, è l’unica strada che ti faccia comprendere l’alternativa migliore.

Paura di ferire qualcuno?

A volte, bisogna essere un tantino egoisti, abbandona il pensiero che e essere egoisti sia una cosa negativa.

Fare cose per sé stessi, significa amarsi, significa darsi un’opportunità. Spesso si agisce per gli altri, in funzione di ciò che desiderano le persone pur di non ferire il loro orgoglio.

Quante volte qualcuno ha fatto qualcosa per te andando contro sé stesso? Domandatelo.

Paura di un giudizio?

Le persone, hanno mai smesso di giudicare? No.

Vuoi vivere la tua vita in funzione di ciò che pensano gli altri, o preferisci agire in base alla tua felicità? La scelta è solo tua, dipende da te e da quanto tieni a te stesso.

impara ad accettare il cambiamento, d'altronde non sai cosa nasconde

Passo #3: Segui l’istinto

Tutto ciò che si oppone al cambiamento, fa parte della tua razionalità.

Per accettare il cambiamento, devi dare valore al tuo istinto, alla tua vocina interiore.

L’istinto, ossia il tuo inconscio, quella parte di te guidata dalle emozioni, sensazioni, sa perfettamente ciò di cui hai bisogno. Essere istintivi, spesso, è la soluzione migliore.

Tutto ciò che percepisci, risulta poi essere reale. Le sensazioni primordiali, quelle di pancia, non ti tradiranno mai.

Dunque, per vivere il cambiamento nel miglio modo possibile, devi uscire dagli schemi mentali che ti sei imposto, devi uscire dal concetto, dal ragionamento.

La ragione, è in grado di porti dei limiti tanto grandi, che nemmeno tu puoi abbattere.

Il cambiamento è vita, senza questo, continueremo ad essere fermi nello stesso punto e nello stesso modo, per sempre. Ma questo, come ben sai, non è possibile.

Tutto si muove, tutto è in continuo mutamento, se così non fosse, questo posto non ti piacerebbe.

Il cambiamento non è mai doloroso, solo la resistenza al cambiamento lo è.

Buddah.

Imparare ad accettare il cambiamento passo#4: Assumiti le tue responsabilità

Per tutto ciò che non hai ottenuto, la responsabilità è solo tua.

Smettiamola di dare la colpa alle cose, situazioni, persone, che ci hanno impedito di raggiungere un obiettivo.

Se non lotti non ottieni, se non perseveri rimarrai fermo, se non ti cimenti nessuno lo farà per te.

Usa l’intelligenza emotiva per gestire al meglio le tue emozioni, comprendile e sfruttale a tuo vantaggio.

Per accettare il cambiamento devi essere tu il cambiamento.

Se non sradichi le tue credenze limitanti, non sarai in grado di esplorare nuovi mondi e nuove conoscenze.

Dunque, abbandona le tue paure e convinciti che nulla è più forte di te senza il tuo consenso:

  • Stabilisci le tue priorità. Cimentati nelle nuove occasioni.
  • Non accontentarti, se ciò che hai ottenuto fino ad ora non ti soddisfa, comincia a fare qualcosa per te.
  • Impara la lezione che la vita vuole offrirti.
  • Segui il tuo istinto, senza paura. Prendi il mano il timone della tua vita e assumiti le responsabilità dei tuoi fallimenti e delle tue vittorie.

Ricorda che raccogli ciò che semini, quindi, se non ti piace il posto in cui sei, fai qualcosa per te stesso.

Conclusioni

Scrivi la tua storia come meglio credi, fai ciò che ti rende felice.

A volte, dietro l’ignoto si nascondono emozioni meravigliose.

Accetta il cambiamento che la vita ti presenta, in ogni caso, scegli tu chi essere.

Dominantemente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO.

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili. Grazie.

Condividi l'articolo sui social

3 commenti

Lascia un commento