Cosa significa essere sensibili?

Spesso capita che la sensibilità viene associata all’essere emotivi, ERRORE.

La sensibilità è spesso associata a chi ha la lacrima facile oppure a chi non riesce a reagire dopo una delusione. ERRORE.

Essere sensibili, significa percepire, come dice la parola stessa, SENTIRE.

La persona altamente sensibile, percepisce tutto, nel bene o nel male, sente prima di pensare, si immerge in tutto ciò che riguarda le emozioni umane, le vive a pieno.

Essere dotati di un’alta sensibilità, significa immedesimarsi pienamente in sensazioni ed emozioni che una situazione provoca.

ATTENZIONE, essere sensibili non deve mai essere associato all’essere fragili, questo, è un discorso totalmente diverso.

Essere sensibili: Gli elementi della sensibilità

La sensibilità, è innata. Difficilmente una persona che non possiede questa dote può acquisirla nel tempo, ma può di certo migliorarla dopo varie esperienze di vita.

Un animo altamente sensibile ha diverse caratteristiche fondamentali, come ad esempio:

  • L’empatia. (Vedi l’articolo in cui parlo dell’empatia). La persona sensibile è spesso empatica, si immedesima nei panni di chi ha difronte, percepisce gli stati d’animo altrui, li vive in prima persona. Proprio per questo motivo, è soggetta a sbalzi di umore, che spesso incidono sulle decisioni.
  • Istintività. La persona altamente sensibile, è molto istintiva. Ascolta l’intuito e segue l’istinto prima della ragione. Questo, accade poiché il fatto di percepire tutto così intensamente, spinge la persona a reagire in base alle sue sensazioni. Dunque, un’alta sensibilità, porta le persone a muoversi in base alle famose sensazioni “di pancia”, poco logiche, poco ragionate.
  • Fiducia. La persona sensibile, ha fiducia in se stessa. Può sembrare un paradosso, vero? Ma è così. La fiducia che la persona sensibile ripone in se stessa, è collegata soprattutto alle scelte che deve prendere, infatti, è convinta che le scelte istintive, siamo le più giuste per lei.
  • Amor proprio. (Vedi l’articolo). Un animo molto sensibile si ama, si fida delle proprie emozioni e le vive così intensamente da essere grato alla propria persona. Agisce con un solo obiettivo, quello di star bene a prescindere, non è egoismo, è amore verso se stessi.
Essere sensibili significa entrare con l'anima dentro un emozione

Sensibilità: Vantaggi e svantaggi

Essere sensibili può essere molto bello, ma allo stesso tempo, può essere un’arma a doppio taglio, andiamo a vedere quali sono i vantaggi e gli svantaggi di un’animo molto sensibile:

  • VANTAGGI: Il vantaggio di una persona molto sensibile, è sicuramente il fatto di vivere al mille per cento ogni situazione, di essere pienamente nell’emozione per poterla ricordare sempre. Dunque, l’entità di ciò che si sta vivendo, è sicuramente un vantaggio per una persona sensibile.

Inoltre essere sensibili, significa anche percepire le cose prima che queste accadono. ATTENZIONE, non sto parlando di prevedere il futuro o cose simili.

Il percepire cose, significa che in un qualsiasi ambiente, la persona molto sensibile, riesce a percepire il tipo di energia che si viene a creare.

Si accorge se c’è un’atmosfera particolarmente pesante, se si respira un’aria negativa o di tensione.

Inoltre, si rende conto prima di altri se c’è qualcosa che non va in un semplice tono di voce, in una telefonata oppure in uno sguardo.

Ti è mai capitato di andare in un posto e sentire quella sensazione che ti schiaccia il petto o che ti provoca ansia?

Oppure di stare in un gruppo di persone che anche senza conoscerle ti danno una sensazione di tranquillità?

Se le risposte sono affermative, sei una persona sensibile e non te ne rendi conto 🙂

  • SVANTAGGI: Ovviamente non può mai mancare l’altra faccia della medaglia. Essere sensibili, ha anche i suoi svantaggi. Immergersi completamente in un’emozione, in un momento, può portare la persona a provare sensazioni talmente forti da non saperle reggere. Cosa significa? Significa che provare con tutta l’anima un’emozione forte, bella o brutta che sia, lascia indiscutibilmente un segno indelebile.

Provare e sentire subito, può provocare sensazioni di disagio, di instabilità e di solitudine.

Una persona molto sensibile, spesso prova il famoso senso di vuoto. Questo accade quando si sente sola, non capita, oppure in compagnia di persone che non hanno lo stesso modo di percepire le cose.

Non lasciamo che i luoghi comuni prendano il sopravvento, impariamo a sfruttare questa dote per poter fare qualcosa di davvero importante.

Molti vivono le emozioni quando sono già andate via, altri nel momento in cui queste sono ancora presenti, è solo una questione di scelte.

In ogni caso, l’importante è che non te ne penti.

Dominantemente.

PER ACQUISTARE IL LIBRO DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili. Grazie.

Condividi l'articolo sui social

2 commenti

Lascia un commento