Essere autocritici è un bene o un male?

L’autocritica, è una critica che rivolgiamo a noi stessi per non essere riusciti in qualcosa oppure perché non tutto è andato secondo le nostre aspettative.

L’autocritica, va pesata e misurata, altrimenti, può diventare davvero fatale per l’autostima personale.

Esistono due tipi di persone: Quelle che ad ogni fallimento attribuiscono la colpa a fattori esterni, dunque che non dipende da loro.

Altre invece, che qualunque cosa possa accadere nella loro vita, è di loro responsabilità.

Come ho anche detto nell’articolo “come trovare la strada giusta”, la tecnica “del voltarsi” è fondamentale, ma comprendere una situazione per ciò che è realmente, è la vera vittoria.

Infatti, essere troppo autocritici, può annientare del tutto la lucidità mentale, induce a credere di essere gli unici colpevoli, anche quando non è così.

Gli svantaggi dell’AUTOCRITICA

Ogni persona, cresce con delle aspettative per la propria vita, per il proprio percorso. Come ho già detto più volte, ognuno di noi, ha uno scopo ben preciso che prima o poi avrà motivo di essere.

Dunque, prima di spiegarti perché non bisogna essere troppo autocritici, voglio dirti gli svantaggi e le difficoltà che incontrano le persone così dure con sé stesse.

SVANTAGGI:

  • Si abbassa l’autostima. Ogni volta che incrimini te stesso per qualcosa, la tua autostima crollerà sempre di più.
  • Si perde la fiducia in sé stessi e nelle proprie idee.
  • Crolla la sicurezza di ciò che si vuole.
  • Cala la motivazione.
  • Annienta le tue aspettative.

Queste, sono le principali conseguenze di una persona che scava troppo nelle proprie colpe piuttosto che affrontare al meglio un fallimento.

Ora ti spiegherò come fare per smetterla di affidare a te stesso le colpe di tutto, ora capirai che le cose non dipendono solo da te, ma dal MOMENTO in cui sei.

Le persone se la prendono con sé stesse poiché è più FACILE di accusare qualcun altro.

Essere autocritici significa focalizzarsi sui problemi e meno sulle soluzioni.

ESSERE AUTOCRITICI: ECCO COME SMETTERE

Dunque, nel momento in cui hai capito le conseguenze dell’essere troppo duri con sé stessi, andiamo a vedere come fare per smettere.

Innanzitutto, cercare un colpevole non risolve mai il problema.

Ecco cosa devi sapere:

  • Tutte le volte che colpevolizzi te stesso, pensa a questo: Le COSE CHE ACCADONO, anche quelle negative, vengono sempre al momento giusto per me.

Tutto ciò che ti succede, non deve essere associato ad un colpevole, ma semplicemente doveva andare così affinché tu, imparassi la lezione.

  • Non associare un fallimento ad una sconfitta. Fallire non significa perdere, esci da questa mentalità retrograda che ti allontana dai tuoi obiettivi.

Fallire, significa avere l’opportunità di capire dov’è la strada giusta.

  • Smettila di gestire anche cose che non sono in tuo potere.

Se continui a pensare di gestire cose che non dipendono da te, crederai sempre di essere l’unico responsabile di tutto.

Ma non è così.

Tu sei responsabile di te stesso, di come reagisci alle situazioni e di come scegli di andare avanti. Il resto, è solo vita.

Esistono cose che non puoi controllare, cose che non dipendono da te, ma non per questo devi colpevolizzarti.

Trasformare l’autocritica in critica costruttiva

Dunque, come hai ben capito, prendersela con sé stessi, non farà di voi persone vincenti.

Tutte le colpe che dai a te stesso per un obiettivo non raggiunto, spesso sono il motore di vittorie ancora più grandi, ma che ti ostini a non vedere.

Se vuoi cambiare questa mentalità sbagliata, devi essere bravo a trasformare la tua autocritica in critica costruittiva.

Come? Te lo spiego.

  1. “Questa cosa non mi è riuscita, non è andata come volevo, sono uno stupido, sbaglio sempre”!
  1. “Questa cosa non mi è riuscita, cosa devo imparare per fare in modo che vada come desidero? Cosa vuole insegnarmi questa situazione”?

Che differenza noti tra le due alternative?

Se impari a cambiare modo di approcciare alle cose, cambierà anche il tuo modo di viverle.

Dunque, l’unica cosa che devi fare, è prendertela di meno con te stesso e di trasformare la tua rabbia, in qualcosa di costruttivo.

Se lasci andare i sensi di colpa, troverai più soluzioni e meno problemi, ma questo dipende solo da te.

DOMINANTEMENTE.

SE VUOI ACQUISTARE IL LIBRO CHE TI AIUTA A RAGGIUNGERE I TUOI OBIETTIVI ED A SUPERARE LE TUE PAURE ED INSICUREZZE CLICCA QUI SOTTO.

IL SOLE SEI TU.

PER RICHIEDERE UNA CONSULENZA CON LA TUA MENTAL COACH INVIA UN’EMAIL A:

mirianamentalcoach@libero.it

essere autocritici

OGGETTO: CONSULENZA GRATUITA

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento