Ecco perché devi dire IO VOGLIO.

Sin da piccolo, sei stato abituato a pesare bene le parole, ma soprattutto a non assumere mai atteggiamenti di prepotenza.

Il verbo VOLERE, è sempre stato associato a qualcosa di negativo, prepotente e fuori luogo. Ti hanno insegnato a dire “io vorrei” e ad eliminare “io voglio”, poiché egocentrico.

Dire io voglio, è visto come prendere le cose senza chiederle, con cattiveria, ma chi lo ha detto?

Perché le persone sono entrate in questa trappola verbale?

Credo sia arrivato il momento di imparare davvero a parlare bene con il tuo cervello. Segui ciò che sto per dirti.

Ecco perché devi dire “IO VOGLIO”

Tutto quello che ti è stato detto sin da piccolo, ha fatto in modo che ti comportassi sempre nella maniera più corretta possibile.

Hai agito per compiacere gli altri, per non sembrare invadente. Ma hai escluso a prescindere, il concetto che DESIDERARE qualcosa o VOLERLA, sia la stessa cosa.

Il desiderio di diventare avvocato o dottore o volerlo a tutti i costi diventare, indica lo stesso obbiettivo, dunque, perché non dire IO VOGLIO?

Ti hanno insegnato a dire io vorrei, senza sapere però un concetto importante.

Vorrei, appartiene a qualcosa che vive nel futuro, che non riesci ancora a vedere nella tua vita.

Voglio= Modo INDICATIVO, tempo presente.

Il modo indicativo, si basa su tutto ciò che è certo, non è condizionato da dubbi, ed è chiamato anche “il modo della realtà”.

Indica, tutto ciò che desideri nel tuo qui ed ora, che non è così lontano da raggiungere. Il tempo presente, è la concretezza, la sostanza, la forma.

Vorrei= Modo condizionale, tempo presente.

Il modo condizionale, indica un evento o situazione, che ha luogo solo se è soddisfatta una determinata condizione. Questo modo verbale, esprime tutte le condizioni di incertezza, desideri, dubbi o ipotesi lontane dalla realtà. (Lo dice la grammatica italiana non io).

Dunque, dicendo a te stesso “io vorrei”, stai ammettendo di non essere sicuro di questo o meglio, che sia necessario il verificarsi di una condizione non ancora osservata.

Dire io voglio ti porta alla meta più di cento vorrei.

I vantaggi dell’IO VOGLIO ecco perché ti cambia la vita

La grammatica italiana è sicuramente complicata e complessa, ma esprime chiaramente determinati concetti.

Dunque, perché tutti sono convinti che l’io VOGLIO, indicativo presente, possa indicare una forma di prepotenza?

Eppure utilizziamo l’indicativo presente in qualunque situazione di vita. Le persone non dicono “io respirerei”, ma “io respiro”, poiché sono certe di ciò che stanno facendo, di certo non è una prepotenza.

Nel momento in cui hai compreso, il senso della parola nel suo modo verbale corretto, ti spiego quali sono i vantaggi che puoi trarre dall’utilizzo di questa.

DIRE IO VOGLIO:

  • Ti avvicina all’obiettivo. Il tuo cervello ascolta tutto ciò che gli dici di fare. Se gli parli con incertezza, agirà con incertezza.
  • Ti fa capire meglio cosa vuoi. Parlare all‘ indicativo presente, ti porta già nella situazione, in questo modo, puoi capire bene se effettivamente quello che vuoi, sia proprio ciò che stai cercando di ottenere.
  • Aumentala motivazione. Più hai vicino l’obbiettivo e più sei motivato a raggiungerlo.
  • Allontana le incertezze. Come abbiamo già visto prima, più parli al presente, più sei proiettato verso la meta.

Dunque, esci dalle convinzioni sbagliate che ti hanno guidato fino a questo punto. Impara a credere alle cose per come le vedi tu e non per come le CREDONO gli altri.

Dire io VOGLIO, non fa di te una persona prepotente o arrogante, ma una persona ambiziosa e convinta di ciò che desidera.

Se ti chiedono “cosa vorresti” usando il modo condizionale, tu rispondigli sempre con “IO VOGLIO”, il tuo presente, fa la differenza.

Dunque, tu COSA VUOI?

Dominantemente.

PER ACQUISTARE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CHE TI GUIDA NEI TUOI OBBIETTIVI ED ELIMINA LE TUE INSICUREZZE CLICCA QUI SOTTO.

IL SOLE SEI TU.

Condividi l'articolo sui social

2 commenti

Lascia un commento