Cosa sono gli eventi sincronistici?

Gli Eventi sincronistici, ossia, coincidenze significative, collegate tra loro, che ci orientano verso una decisione attraverso l’interpretazione di un messaggio.

Coincidenze casuali , insieme di eventi non significativi legati al caso.

Tutti, almeno una volta nella vita ci siamo chiesti se le cose accadono per caso, oppure se facciamo parte di un grande “disegno” il famoso destino.

Come se la vita di ogni persona fosse già scritta da qualche parte, regolata da una forza superiore.

Partendo dal presupposto che nessuno di noi ha una certezza in merito a questo, esistono diverse correnti di pensiero che risalgono ai tempi dei grandi pensatori come Kant o Kierkegaard, fino ai giorni nostri.

Sincronicità o eventi sincronistici, sono l’insieme di eventi che accadono per una ragione, ossia, in modo che tu possa interpretarli e recepirne il messaggio.

Carl Jung è stato il primo teorico moderno a introdurre il termine sincronicità nel 1952.

L’evento sincronistico, sfida il modo in cui solitamente pensiamo in termini di causa-effetto. L’effetto che avrà in te la lettura di queste parole, non è un caso.

Ti è mai capitato di sognare una persona e incontrarla per strada lo stesso giorno? Di pensare ad una canzone per l’intera giornata, accendi la radio e trasmettono quella canzone? Di pensare ad una cosa e nel tram ci sono persone che parlano di quella cosa?

Beh, questi, sono eventi sincronistici, quei momenti in cui pensi che l’universo si stia prendendo gioco di te, o che qualcuno o qualcosa di più grande voglia mandarti un messaggio.

Le persone, che riescono ad interpretare un evento sincronistico traendone un vantaggio, credono che nella vita siamo legati ad un “destino”.

Queste, pensano che tutto sia già scritto, e che in un modo o nell’altro, l’universo voglia farci intraprendere quella strada.

Gli eventi sincronistici, sono il modo che ti inducono verso un percorso piuttosto che un altro.

Eventi sincronistici o destino

Se fosse vero che esiste un destino già delineato per ogni persona, il libero arbitrio, dove verrebbe posizionato?

Certo è, che siamo liberi di scegliere cosa mangiare, cosa guardare, con chi passare i giorni della nostra vita, ma possiamo scegliere gli eventi che accadono nel mondo?

L’idea, di vivere una vita già disegnata, porta molte persone alla rassegnazione.

Quante volte hai sentito le frasi “doveva succedere così” “se ti deve accadere, ti accade” ?

Perché nessuno pensa, che forse non doveva accadere così, ma è accaduto poiché nessuno lo ha impedito? Chi ha stabilito il “Doveva”?

Il credere che tutto sia già stabilito, è una sorta di giustificazione dell’uomo, che preferisce subire gli eventi piuttosto che crearli.

Quindi, se il nostro destino è già scritto, e gli eventi sincronistici sono un mezzo attraverso il quale siamo indirizzati a prendere una decisione piuttosto che un’altra, anche il modo in cui interpretiamo i messaggi dovrebbe essere unico, ma non è così.

Siamo dunque noi, a decidere cosa recepire dai messaggi.

Siamo noi, a decidere a cosa vogliamo credere, siamo noi a stabilire se quello è davvero un messaggio da cogliere, oppure da lasciare andare.

Gli eventi sincronistici, rappresentano un messaggio che hai bisogno di comprendere.

Le coincidenze casuali

Cos’è il caso?

Intendiamo il caso, l’insieme di vicende che accadono accidentalmente, senza una ragione ben precisa.

Se tante persone sono alla ricerca di messaggi da interpretare, di quesiti da risolvere, altri non notano nella maniera più assoluta un evento significativo.

Molte persone, vivono la propria vita credendo che tutto ciò che accade sia frutto di una casualità. Sarà un caso che è andata così” “è stato un caso, non è colpa mia”.

Queste sono le stesse persone che subiscono gli eventi, poiché questi non dipendono da loro scelte, siamo tutti in un grande “Truman Show”?

Le cose che accadono nella tua vita non vengono mai per caso.

Non sono nemmeno frutto di messaggi da recepire per farti scegliere qualcosa che non avresti voluto, prendila cosi;

I messaggi che ricevi, vogliono insegnarti qualcosa.

Vogliono mostrarti un’alternativa che magari non saresti stato in grado di cogliere da solo.

Quindi, non un qualcosa che tu debba fare per forza, ma una scorciatoia per farti arrivare più in fretta al traguardo.

Il caso, non esiste, il caso è la scusa per chi non vuole assumersi responsabilità.

Tutti, abbiamo una data di nascita e una di morte, ma quei punti neri sul foglio, dobbiamo collegarli noi.

Nel momento in cui compiamo una scelta, prendiamo una direzione, dobbiamo sapere che, anche una NON scelta è comunque una scelta.

Quando scegliamo una direzione, stiamo conducendo la nostra vita lungo un determinato percorso, e su questo, troveremo persone o eventi, che ci insegneranno qualcosa che avremmo dovuto imparare per aver scelto quella strada.

Se avessimo imboccato un altro percorso, quindi, altre decisioni, allora non avremmo incontrato più quelle stesse persone, o gli stessi eventi di prima.

Dunque, incontreremo quei maestri di vita più adatti per quel tipo di percorso intrapreso, e così via.

Il nostro modo di percepire la realtà, ci condurrà verso una decisione piuttosto che un’altra, ed in qualsiasi cosa tu creda, non darlo mai per certo, metti in discussione le tue credenze, verifica le tue ipotesi, approfondisci i tuoi pensieri.

Ci sono domande a cui non avrai mai delle risposte, ma ciò non significa che tu non debba portele.

DIMMI IL TUO PENSIERO A RIGURADO, TU COME HAI SCELTO DI VIVERE LA VITA, A COSA CREDI?

Dominantemente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO.

IL SOLE SEI TU.

SE VUOI RICHIEDERE UNA CONSULENZA GRATUITA CON LA TUA MENTAL COACH INVIA EN EMAIL A

mirianamentalcoach@libero.it

OGGETTO: CONSULENZA GRATUITA

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili. Grazie.

tutti

Tutti

Condividi l'articolo sui social

3 commenti

Lascia un commento