Cos’è la compassione verso se stessi?

Innanzitutto, compassione, significa percepire la sofferenza altrui, immedesimarsi in questa e fare di tutto per mandarla via.

Essere compassionevoli, è una qualità che non appartiene a tutti, a maggior ragione quando si tratta di averla verso noi stessi.

La compassione verso se stessi, è un modo per dire alla nostra anima “capisco il momento, ma so che puoi farcela”, significa essere consapevoli della propria sofferenza, ma altrettanto consapevoli di poterla superare.

A chiunque può capitare un periodo negativo, notizie difficili da digerire, ma la forza interiore, sta proprio nel fatto di avere consapevolezza di se e delle proprie capacità.

L’autocompassione, non significa provare pena per aver subito un fallimento, ma avere la certezza che proprio da quel fallimento arriverà il più bel successo.

La compassione verso se stessi, è la consapevolezza di quanto si pensa di meritare

Compassione verso se stessi: funziona!

Provare compassione verso la propria persona, è un modo di dimostrarsi affetto, ma soprattutto, sta ad indicare:

  • Amor proprio
  • Autostima
  • Fiducia in se stessi
  • Consapevolezza di se

L’autocompassione, è un modo per die a se stessi quanto ci vogliamo bene, quanta fiducia riponiamo nelle nostre capacità, nei nostri punti di forza.

Attenzione, provare autocompassione, non significa essere egoisti o pensare solo a se stessi, ma essere in grado di saperci accettare per ciò che siamo.

Questa è una cosa davvero molto complicata da trovare nelle persone. Infatti, molti, dopo un fallimento, un obiettivo non raggiunto, assumono due atteggiamenti errati:

  • Si giustificano scaricando la colpa su qualcun altro o qualcos’altro.
  • Si autocommiserano, cadendo nell’errore del vittimismo.

Ma il punto, non è cercare la causa di un fallimento o colui che lo ha creato, non è una caccia all’untore.

Il focus principale, è proprio quello di riuscire a comprendere le proprie emozioni dopo una delusione, per poi utilizzare queste a proprio vantaggio.

Dunque, è necessario comprendere che provare compassione verso se stessi, è un modo sano di essere un tantino narcisisti.

Il volersi bene, non è da tutti, molti infatti, non riescono ad assumersi le responsabilità dei propri fallimenti, danno la colpa ad altri e non credono nelle nuove opportunità.

L’autocompassione, infatti serve principalmente per riuscire a darsi la carica necessaria per affrontare ogni situazione, ma non solo.

Aiuta soprattutto a :

  • Pensare positivo
  • Non essere arrabbiati con il mondo intero
  • Aiutare anche gli altri con la stessa esperienza
  • Dimostrare a se stessi il proprio valore
  • Vivere senza stress o ansia
  • A diventare empatici.
La compassione verso se stessi indica l'affetto che si prova verso la propria persona

L’autocompassione e la consapevolezza

La chiave di tutto è conoscere se stessi, conoscersi significa sapere tutto ciò che è dentro di se, emozioni positive e negative, il bene e il male.

La cosa più importante è sapere accettarsi, dunque, conoscere i propri punti deboli, quelli che non ci piacciono di noi e farli diventare punti di forza.

Leggersi dentro, è una qualità che appartiene a poche persone. Risulta facile scaricare la colpa ad altri, puntare il dito a chi non è stato bravo a capirci.

Pretendiamo di essere compresi e capiti da tutti gli altri, ma non proviamo mai a farlo davvero verso noi stessi. Questo è l’errore principale.

Per poter accettare la nostra persona, per comprendere il nostro essere, dobbiamo tirare fuori ciò che non ci piace di noi stessi.

Se imparassimo ad essere un tantino comprensivi sulle esigenze del nostro essere, risulterà molto semplice risolvere quel qualcosa che non ci permette di emergere realmente.

Tu sei l’unico che può capirti davvero, nessun altro.

La compassione verso se stessi, scatta dal momento in cui, conoscendo le tue capacità, sai di aver fatto di tutto per ottenere qualcosa. Dunque, saprai capire cosa migliorare, saprai esserti d’aiuto.

Impara a conoscerti e impara ad amare le tue debolezze, tirale fuori poiché è da lì che parte la tua forza.

Dominantemente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili. Grazie.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento