Come si può ritrovare la motivazione dopo averla persa?

La motivazione, come dico nell’articolo sulla motivazione intrinseca, è la base di ogni successo.

Questa, è quella spinta che ci muove verso un obiettivo senza perderlo mai di vista.

Quando sei motivato verso qualcosa, ogni minimo segnale o accadimento, sembra essere un punto più alto della fatidica salita.

Spesso però, succede che presi dalle mille problematiche sociali, istituzionali o relazionali, la motivazione decade facilmente.

Quando si perde la motivazione, si percepisce un senso di vuoto, quell’incolmabile sensazione di staticità che ci invade, non ci rende sicuri, liberi o felici.

Ritrovare la motivazione, significa credere ancora che qualcosa possa accadere

Come ritrovare la motivazione: 1°mossa

Se ti senti perso, oppure vedi crollare la tua motivazione, non demotivarti, questo è il punto d crescita più importante che stai attraversando, dunque, vivi il tuo qui ed ora.

Per ritrovare la motivazione devi seguire bene queste due regole fondamentali, la prima è questa:

  • Visualizza cosa vuoi raggiungere.

La visualizzazione dell’obiettivo, deve essere fatta nei minimi particolari e dettagli, “cosa voglio ottenere?”, “cosa posso fare per cominciare?”.

Visualizzare ciò che desideri ottenere o ciò che vuoi diventare, è il primo passo verso la sua realizzazione.

Dunque, se non sai cosa volere, prenditi una pausa dalla tua quotidianità, anche 10 minuti, e comincia ad eliminare dai tuoi pensieri, tutto ciò che non vuoi per te stesso.

Non sentirti incastrato in situazioni dalle quali pensi di non poter uscire, poiché ogni passo della tua vita, è lì per te, per aiutarti.

La frustrazione che provi, è dovuta solo al fatto che non trovi il coraggio di lasciare andare, non perché non puoi.

Comincia ad avere consapevolezza di te stesso, e muoviti nella stessa direzione delle tue volontà.

Per ritrovare la motivazione non devi aver paura di sognare

Mossa n°2

Una volta che hai visualizzato il tuo obiettivo, quindi hai capito davvero cosa ti serve per essere appagato dalla tua vita, puoi passare allo step successivo.

  • Perché voglio questa cosa?

Domandarsi perché volere un qualcosa, è lo stesso motivo per il quale continui a desiderarla.

Più conosci il motivo per cui cominci e più darai il meglio di te stesso.

Se per una qualunque ragione non riconosci più il motivo per cui hai cominciato, non era questo ciò che desideravi davvero.

Se manca il perché, manca l’azione e se manca l’azione, mancherà tutto il resto.

Dunque, se il tuo perché non è più tanto valido, focalizzati su altro, se non ritrovi la tua motivazione, ecco cosa devi fare:

  • Intraprendi strade che non avresti mai immaginato di intraprendere.
  • Visualizza ogni cosa come una nuova opportunità.
  • Abbandona la tua zona di comfort.
  • Esci fuori dai tuoi limiti mentali.
  • Approccia a nuove conoscenze.

Mossa n° 3

Tutto ciò che arriva nella tua vita, è per una ragione ben precisa.

  • Non fare l’errore di affidare tutto nelle mani del caso, perché il caso, è la scusa di chi non si assume responsabilità.

Impara a decifrare i tuoi talenti, i tuoi punti di forza, analizza ciò per cui se nato e la dote che ti è stata affidata.

Impara a gestire la tua vita, sii padrone delle tue azioni, vivi da protagonista.

Hai un bagaglio di esperienza, una mente molto potente, dunque, manca solo l’azione.

Tu pensa solo al cosa, il come vien da se.

Quando pensi al cosa fare, ricordati di rispondere al “perché” vuoi farlo.

La motivazione che ti spinge a qualcosa, è sempre dentro di te, devi solo riconoscerla.

Dominantemente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta Dominantemente raggiungere più persone possibili, grazie.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento