Come perdonare se stessi dopo molti errori spesso irrimediabili?

Questa è una domanda che molte persone si pongono, ma che non hanno il coraggio di ammettere.

Come dico nell’articolo sul perdono, perdonare, significa accettare, significa smettere di provare rancore per qualcosa che è accaduta e che non può tornare più.

La rabbia, suscita un grande vuoto dentro, arricchisce la mente di emozioni negative, di pensieri non graditi.

Per questo motivo, per una vita serena con se stessi, è necessario incominciare ad eliminare questa rabbia che logora l’anima e cominciare a perdonarsi.

Perdonare se stessi è il modo migliore di volersi bene

Le cause di rabbia contro se stessi

Per riuscire a perdonare se stessi, è importante comprendere i motivi principali che spesso ci portano a ad essere arrabbiati con la nostra persona.

Le motivazioni principali, per cui non riusciamo a superare i nostri errori sono:

  • Quando un nostro comportamento allontana una persona importante
  • Se per una cosa non fatta o non detta non otteniamo ciò che ci aspettavamo
  • Quando una nostra scelta compiuta non è stata fatta seguendo l’istinto interiore

Queste, sono le principali ragioni per cui spesso non riusciamo a perdonarci e ci rammarichiamo un’intera vita per aver fatto ciò che non volevamo fare.

Ma adesso ti svelerò le ragioni per cui devi perdonare te stesso, ma soprattutto perché non puoi soffermarti a sottolineare ciò che non hai compiuto.

Ecco perché bisogna perdonare se stessi

Se sei nella situazione in cui ti stai rammaricando per qualcosa che hai fatto o che non hai fatto, se sei arrabbiato con te stesso perché avresti potuto dire cose che non hai detto, sei nel posto giusto.

Quante volte agiamo e dopo qualche tempo diciamo a noi stessi “però avrei potuto fare altro”, “avrei potuto dire cose diverse”? Adesso basta!

Dunque, sto per dirti ciò che avrebbero dovuto dirti le persone che ascoltavano i tuoi pentimenti e le tue giustificazioni.

Ecco perché devi perdonare te stesso:

  1. Tutto ciò che hai fatto, non poteva essere diverso. Ogni cosa che accade nella vita, succede proprio nel momento in cui quella cosa doveva accadere, ne prima ne dopo. Chiaro il concetto? Il punto in cui ti trovavi nel momento in cui hai agito, non poteva essere che quello, dunque, comincia a superarlo.
  2. L’errore, non esiste. Chiamiamo errore qualcosa che non va come avremmo voluto, ma chi ti dice che qualcosa che non vuoi non sia giusta per te? Spesso è proprio tra le cose peggiori che nascono le vittorie più belle.
  3. Agisci sempre per ciò che conosci in quel momento. Noi viviamo nel qui ed ora, in questo momento. Ciò che conosci in questo momento, non è quello che conoscevi ieri e non sarà ciò che conoscerai domani. Dunque nel momento in cui agito, lo hai fatto per ciò che sapevi in quel preciso istante, non ragionare con il senno di poi.
  4. Ogni cosa che hai fatto ti ha insegnato qualcosa. Tutto ciò che sei oggi, lo devi a ciò che hai fatto ieri. Dunque, non devi pentirti delle tue azioni, poiché ognuna di queste, ti ha fatto crescere. Ringrazia ogni sbaglio che hai fatto, poiché nel bene o nel male ti ha portato ad oggi.
Perdonare se stessi significa essere felici

Come perdonarsi

Una volta che hai capito il perché, andiamo a vedere il come.

Se vuoi davvero vivere una vita felice ed avere relazioni stabili, devi perdonarti.

Se ce l’hai continuamente con te stesso, anche le tue relazioni subiranno le conseguenze.

Ecco come fare per imparare a perdonarsi:

  • Fai una lista di quelle cose che ti hanno portato ad avere dei pentimenti. Analizza queste cose, prova a capire cosa avresti potuto fare se avessi avuto la possibilità di agire diversamente. Una volta che hai pensato a come avresti potuto fare, pensa anche a come saresti adesso, se avessi agito in altri modi.
  • Nel momento in cui hai individuato i tuoi “errori”, e capito come ti sentiresti se non li avessi commessi, immagina di compiere quegli stessi errori in questo stesso momento, per le situazioni che vivi adesso. Se adesso commettessi gli errori che hai fatto in passato, sarebbe meglio o peggio rispetto a quando li hai commessi? Risponditi.
  • Accetta. Per superare, bisogna accettare. Attenzione però, accettare non si intende farsi stare bene qualcosa anche quando non si vuole, questo è un altro discorso. Accettare, si intende comprendere i motivi per cui si ha agito. L’essere umano, si abitua a qualunque tipo di cambiamento, l’unico limite, è la sua mente.
  • Sii fiero di quello che sei e di quello che hai. Non dimenticarti mai di essere felice di ciò che hai e di quello che sei. Ringrazia te stesso per ogni cosa che sei riuscito a fare.
  • Non guardare nel passato. Il passato è passato. Smettila di andare sempre a pescare azioni compiute o fatte anni fa. Non sei più quella persona, oggi sei l’insieme delle consapevolezze acquisite nel tempo, che non coincidono con quelle che avevi anni fa. Il passato esiste solo nel momento in cui vuoi ricordare delle sensazioni e dei momenti, ma non per farti pentire del tuo presente. Impara a lasciare andare.

Perdona te stesso da tutto ciò che hai fatto, poiché quella, era l’unica cosa che potevi fare.

Dominantemente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento