Come leggere nel pensiero di qualcuno?

Riuscire a leggere il pensiero o comprendere un processo mentale altrui, è spesso un meta irraggiungibile, ma davvero molto affascinante.

Credo che chiunque, almeno una volta nella vita, abbia avuto la voglia di comprendere il pensiero di un interlocutore o magari di capire se questo abbia detto delle bugie.

La mente umana, ha un fascino indescrivibile, è piena di risorse, di strumenti, riesce a fare qualsiasi cosa le chiedi, ma non inganna mai.

Lo strumento per eccellenza che utilizza la mente umana per riflettere un pensiero, sono gli occhi. Come dice la famosa frase “gli occhi sono lo specchio dell’anima”, anche se sarebbe meglio dire “lo specchio della mente”

La mente, non può mentire a sé stessa. Nel momento in cui dici una bugia, la tua mente, inconsciamente, trasmette agli occhi questo segnale.

Gli occhi percependo la bugia, dunque, avranno una reazione diversa rispetto a quando dici una verità. Seguimi bene e capirai meglio.

Imparare a leggere il pensiero, è possibile. Ma soprattutto è possibile riuscire a capire se l’interlocutore stia mentendo o meno.

Imparare a leggere il pensiero: Ecco il modo

Sin dai tempi antichi, come tecnica per comprendere una pensiero, o risalire ad un informazione importante, si utilizzava “l’osservazione” del linguaggio del corpo.

La nostra mente, è collegata al nostro corpo, oserei dire, che la mente “contiene” il nostro corpo, ma di questo ne parleremo in un altro articolo.

Dunque, attraverso i movimenti del corpo, il modo di gesticolare, il tono di voce, è possibile comprendere che tipo di pensieri stia facendo il nostro interlocutore.

Non a caso, questa tecnica, è utilizzata soprattutto in sede criminologica e colloqui investigativi.

I fondatori della PNL (programmazione neuro linguistica), hanno introdotto uno dei metodi più importanti per la comprensione del pensiero, ossia l’osservazione oculare.

Ogni movimento degli occhi a seguito di una domanda, ha un senso logico ben definito.

Gli occhi sono ottimi rilevatori di menzogna.

Nel momento in cui viene posta una domanda, gli occhi si sposteranno nella direzione a loro utile per prendere la risposta desiderata.

Ricordati che ogni parte del nostro cervello, è utile per una specifica informazione. Scopriamo cosa significa.

Leggere il pensiero attraverso l'osservazione oculare.

Gli accessi oculari, sono fondamentali per comprendere se un pensiero è veritiero oppure no. Se nel momento in cui poniamo la domanda all’interlocutore, lui muove lo sguardo:

  • In alto a destra, (la nostra destra), sta andando a ricordare un immagine già vissuta, reale, concreta. Dunque, in alto a destra del nostro cervello, sono contenute le “immagini mentali” vissute, quindi, già constatate.
  • In alto a sinistra, la persona, sta andando a costruire una nuova immagine, quindi, questo, indica che proprio adesso, sta elaborando un immagine che non ha mai vissuto, quindi NON veritiera. (Immagine non ricordata, ma creata).
  • Al centro destra, quindi altezza dell’orecchio, è la zona in cui una persona, cerca di ricordare un suono, rumore, già vissuto, quindi conosciuto.
  • Al centro sinistra, l’interlocutore, sta cercando di costruire un suono, mai vissuto, quindi non ricorda, ma costruisce.
  • Basso a destra, abbiamo il famoso dialogo interiore, ossia, il momento in cui la persona, ascolta la famosa “voce interiore”, il suo inconscio, il suo IO.
  • Basso a sinistra, quando in quel momento, la persona in questione, rivive o rievoca emozioni e sensazioni che ha provato nel momento ricordato. Quindi, significa che quel ricordo, gli ha provocato sensazioni che non può fare a meno di percepire nuovamente.

Ovviamente, la tecnica degli accessi oculari, è un metodo valido, ma che non va preso come evento a sé stante. Ogni metodo di lettura di un pensiero, va contestualizzato e mai utilizzato come unico.

Le discipline umanistiche, a differenza di quelle scientifiche, non hanno una validità statistica costante o un risultato già aspettato.

Ogni tecnica utilizzata per leggere il pensiero, può essere più valida per qualcuno e meno per qualcun altro.

Come verificare se la tecnica funziona

Quando siamo a contatto con una persona, e vogliamo a tutti i costi sapere cosa pensa o meglio se dice la verità, dunque, è importante osservare il movimento dei suoi occhi. Ma questo però non è tutto.

Se stessimo ore a fissare gli occhi di qualcuno mentre parla, aspettando il movimento dei suoi occhi, potrebbero anche prenderci per pazzi.

Dunque, è importante innanzitutto constatare se questo metodo funziona per la persona che abbiamo davanti. Come?

Semplice, ponendo domande di cui conosciamo già la risposta. Ad esempio:

  • “Non ricordo il primo colore partendo da sinistra della bandiera italiana”. Ponendo la domanda di cui si conosce la risposta, risulta più semplice osservare il movimento oculare. In questo caso, l’interlocutore, sicuramente guarderà in alto a destra, per ricordare un’immagine già vista.
  • “Non ricordo come inizia la canzone di”(inserisci un suo cantante preferito), conoscendo la canzone, l’interlocutore sposterà lo sguardo a mezza altezza, verso destra.
  • Nei casi in cui la persona in questione dovesse guardare in basso, lo fa poiché tenta di rivivere delle emozioni o perché la sua voce interiore gli sta ponendo delle domande.

Per esercitarti bene su questo metodo, guarda le interviste televisive, osserva le risposte delle persone, comincia a metabolizzare questo metodo di osservazione.

Sperimenta queste informazioni su chi vuoi, ma ricorda che non sempre tutto può essere misurato.

Il verificarsi di un evento, non implica il fatto che quell’evento possa sempre verificarsi.

Fai attenzione anche alla postura, al tono di voce, poi valuta nell’insieme ogni risposta.

Insomma, non mandare in galera qualcuno solo perché ad una tua domanda ha guardato a sinistra, magari in quel momento era passato un uccellino che ha catturato la sua attenzione.

Ricorda, la mente, è davvero una miniera di informazioni e pensieri a cui è possibile risalire, ma non darla mai per scontata.

DominanteMente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta DominanteMente a raggiungere più persone possibili. Grazie.

Condividi l'articolo sui social

Lascia un commento