Come diventare leader?

Per scoprire come si può diventare un vero leader di successo, vediamo prima cosa si intende per leadership.

La leadership, è la capacità di motivare, organizzare un gruppo di persone con uno scopo comune.

La leadership, è una vera e propria arte, spesso innata, ma che può essere anche acquisita nel tempo. Non esistono regole scritte o manuali da seguire alla lettera, è la volontà che si mette nelle situazioni a fare la differenza.

Se si vuole ottenere un obiettivo comune, se si vuole ottimizzare il tempo oppure gestire una situazione nel migliore dei modi, la leadership, è davvero il fulcro principale.

Il leader, è colui che conduce ma senza lo scettro. Ma cosa significa?

Il leader, è colui a cui viene riposta la maggior fiducia, è colui che trascina il gruppo, che sa indicare la strada, che sa dove e quando fermarsi, ma sempre con la massima dignità.

Prima di capire come fare a diventare leader, vediamo quali sono le sue qualità più importanti.

Per diventare leader devi imparare ad usare la tua mente

Le qualità del leader

Il vero leader, possiede determinate qualità che gli permettono di raggiungere un certo livello di rispettabilità da chi lo circonda.

Le caratteristiche più importanti per questo “ruolo” sono:

  • La perseveranza. L’arte della perseveranza è fondamentale per un leader. Perseverare, significa credere in qualcosa tanto da farla accadere davvero. Il leader persevera, poiché sa che può riuscire, non ha paura degli ostacoli, ma impara da questi.
  • Motivatore. Il leader, è un vero e proprio coach, sia con se stesso che con gli altri. Sa motivare la sua persona (vedi l’articolo), coinvolge chi lo circonda ma senza essere invadente.
  • Ascoltatore. Il leader è un grande ascoltatore, non mette al primo posto solo le proprie idee, ma ascolta quelle degli altri, valuta tutte le possibili alternative per raggiungere l’obiettivo comune.
  • Empatico. Il leader è empatico, vive le emozioni altrui, si immedesima negli altri, crea legami profondi. Si mette nella posizione tale da guardare con gli occhi di chi ha difronte, ma non giudica, prova con tutto se stesso ad esserci, in ogni caso.
  • Ambizioso. Il leader è ambizioso, vuole sfruttare il massimo del potenziale a disposizione per ottenere i risultati sperati. Il suo team, è la sua squadra, lui sa come muovere questa verso il traguardo desiderato.
  • Problem solver. Non può mancare al leader la famosa capacità di problem solving. Sempre pronto a risolvere ogni inconveniente, sempre pronto a trovare una soluzione ed a gestire ogni situazione avversa.

Come hai ben visto, un leader, è l’anima della festa, colui che sa coinvolgere, sa gestire, sa come uscire dai guai.

Il leader vede sempre il bicchiere mezzo pieno, ma non è immortale.

Anche lui cade, soffre, si rammarica, si lascia attraversare da momenti NO, ma li vive così intensamente da comprenderne il messaggio.

Il leader non affida nulla al caso, sa benissimo che prima di ogni luce, c’è sempre un pò di buio.

Come diventare leader

Avendo visto le qualità principali di un leader, non è difficile comprendere come riuscire ad esserlo.

Per diventare un buon leader, è necessario avere:

  • Amor proprio. Amare se stessi, è l’inizio di tutto, è il fulcro principale per diventare uno spirito guida. Amarsi significa fidarsi di se stessi, significa credere in ciò che si è, in ciò che si vuole essere, significa sapere di meritarlo. Dunque, per diventare un buon trascinatore, è necessario amare la propria persona.
  • L’accettazione di se stessi. Accettarsi, significa conoscere se stessi, le proprie paure, i propri punti di debolezza per poi trasformarli in punti di forza.
  • Fiducia della propria persona. La fiducia in se stessi, è la parte fondamentale per un buon leader. Se non ti fidi di te, delle tue idee, del tuo istinto, difficilmente qualcuno lo farà per te.
  • Autocontrollo. Il leader sa controllare le proprie emozioni, non si lascia invadere da queste. Vive le emozioni in maniera ottimale, le sfrutta a proprio vantaggio (vedi articolo intelligenza emotiva).

Se vuoi diventare un buon leader, che sia nella vita privata che nel lavoro, è importante che cominci a lavorare sulla tua persona, sulle tue consapevolezze.

Essere un leader è tanto bello quanto complicato, hai gli occhi puntati addosso, tutti ti credono infallibile, ma è proprio quando fallirai che potrai capire quanto leader sei davvero.

Il fallimento è contemplato solo da chi lo crede tale.

Tutti credono che i leader di successo sono coloro che non conoscono la paura, l’angoscia, ma ben pochi sanno che in realtà queste, sono persone come altre, hanno paura, hanno timore di fallire, ma nonostante ciò, hanno scelto di fare delle proprie paure validi motivi per vincere.

Questo è il vero leader.

Dominantemente.

PER ACQUISTARE L’E-BOOK DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

Dominantemente vol1 Dominantemente vol2

Se ti è piaciuto l’articolo condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili. Grazie

Condividi l'articolo sui social

1 commento

Lascia un commento