Come diventare empatici? Cosa significa empatia?

Empatia, significa immedesimarsi nei “panni” di un’altra persona, provare le sue emozioni, sensazioni e quindi vivere pienamente il suo stato emotivo.

Essere persone empatiche, non è semplice ma soprattutto non è da tutti.

Risulta semplice giudicare, esprimere pareri senza aver conosciuto la motivazione di una scelta altrui, o lo stato emozionale in cui era quella persona nel momento che ha preso una decisione.

Se hai difronte una persona empatica, te ne accorgi, questa, ti farà domande sul tuo stato emotivo piuttosto che su una decisione.

La persona, si immedesimerà in te e comprenderà ciò che stai dicendo, e ti fiderai, il tuo corpo e la tua anima capiranno che quella persona si trova nella tua medesima emozione, e ti sentirai capito.

La nostra anima, l’es interiore, prova un senso di fiducia quando difronte ha un interlocutore in grado di capirla.

Se qualcuno si trova in uno stato simile al nostro, se notiamo una certa somiglianza nei modi, nei gesti, nelle sensazioni, di una persona, proviamo maggiore sintonia.

Dunque, la nostra “vocina” interiore entrerà in simbiosi con questa persona, ne sarà attratta.

Siamo creature istintive, siamo attratti da ciò che ci somiglia.

Quante volte hai sentito o detto la frase “mi piace per il fatto che è simile a me”ci capiamo bene, dato che siamo uguali”, siamo alla continua ricerca di un simile.

Quindi, cerchiamo il simile che entra in simbiosi con la nostra linea di pensiero, con i nostri modi di essere.

Cosa significa empatia? Essere dentro qualcun altro.

Come diventare empatici? vivendo le emozioni altrui

Come diventare empatici

Constatando il fatto che le persone sono attratte da chi riesce ad entrare nel proprio stato emozionale, quindi, da un simile, vediamo come si può diventare empatici.

Come sostengono i fautori della PNL (programmazione neuro linguistica), per conoscere a fondo una persona, bisogna entrare nella sua “mappa” del territorio. Cosa significa?

La nostra mappa del territorio, ossia, la programmazione, cose avvenute in passato, che hanno programmato la nostra testa e che si esprimono attraverso la linguistica, verbale, para-verbale e non verbale.

Partiamo dal presupposto che, tutto ciò che accade all’esterno di noi, è rappresentato nella nostra mente attraverso i cinque sensi.

Questi, a loro volta, suggeriscono al cervello come percepire le cose in base alle nostre esperienze di vita.

La modalità in cui tu percepisci la realtà è, a tutti gli effetti, la mappa del tuo territorio.

Ovvio è il fatto che, ogni persona, ha una propria mappa del territorio, ovvero, un proprio modo di percepire le cose.

La tua mappa, non è quindi universale, il tuo modo di vedere e percepire la realtà, sarà dunque diverso da quello di qualcun altro.

Spesso, si da per scontato che ciò che facciamo sia oggettivamente giusto, ma non è proprio così.

Il nostro inconscio, ci porta a scegliere ciò che è più giusto per noi in quel preciso momento, per le alternative che conosciamo.

Per essere in empatia con qualcuno, devi:

  • conoscere la sua mappa del territorio. Dunque, metti un attimo da parte il tuo ego, e prova a capire le sue alternative possibili per quel preciso momento.
  • Impara ad ascoltare il tuo interlocutore, osserva i suoi atteggiamenti.
  • Sappi che siamo essere umani e non possiamo NON comunicare. La comunicazione non è solo ciò che viene detto, ma per entrare nella comunicazione efficace con l’interlocutore, devi interpretare anche il linguaggio NON verbale, ossia, il linguaggio del corpo che si verifica per il 75% delle volte all’interno di una comunicazione.
  • Per fare in modo che la comunicazione sia efficace, devi cercare di sovrapporre le vostre mappe. Quindi, non dare per scontato che la tua sia corretta e la sua sbagliata.

Come comprendere l’interlocutore

Gli errori all’interno di un dialogo tra due persone, sono di solito riconducibili al fatto che, uno dei due si aspetta che l’altro veda la realtà come egli stesso.

Ma se entrambi non sono a conoscenza del modo per sovrapporre le loro mappe, la conversazione, non andrà a buon fine.

Per comprendere la mappa del tuo interlocutore, ti basterà ascoltare quello che dice e osservare i suoi comportamenti.

Se resti nel tuo ego a preparare il tuo modo di rispondere, ti perderai una serie di passaggi della comunicazione, e non potrai entrare in empatia con questa persona.

Diventare empatici, non significa solo provare le stesse emozioni, ma comprendere ciò che dice attraverso il suo modo di esprimersi.

Quindi, capire come questa persona percepisce la realtà attraverso i suoi sensi.

Se riesci a capire la persona che hai difronte, allora riuscirai ad entrare in empatia con questa, saprai capire i suoi stati d’animo.

Non esistono mappe giuste o sbagliate, sono solo modi diversi di percepire la realtà sulla base delle tue esperienze.

Avere una persona che riesca a comprendere la tua mappa, porterà il tuo inconscio a fidarsi di questa.

Ti sentirai compreso, in empatia con essa, la vostra comunicazione sarà davvero efficace.

DominanteMente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO.

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, permetti a DominanteMente di arrivare a più persone possibili. Grazie.

Condividi l'articolo sui social

7 commenti

Lascia un commento