Molti si chiedono come si fa ad amare la vita quando accadono cose orrende?

Questo è un discorso molto ampio da fare, ma se vuoi davvero approfondire con me, ti consiglio di metterti comodo. Iniziamo.

Ma cos’è la vita? Quante volte te lo sei chiesto o lo hai chiesto? Molti ti dicono un dono, ma andiamo più a fondo.

Questa domanda, di solito la poniamo a noi stessi nei momenti di sconforto, oppure in quei periodi in cui cerchiamo il senso della vita, poi capiamo che nessuno sa darci una risposta e ci arrendiamo.

Io non posso dirti che la vita, è un dono, ma non posso nemmeno dirti che non lo sia.

La vita, è tutto ciò che hai per esprimere te stesso, proprio come quando sei su un palco ed il sipario è aperto.

Per amare la vita, devi prima conoscere cosa questa, rappresenta per te stesso.

Smettiamola di dare per scontato le cose ed amarle a “prescindere” solo perché così ci è stato detto di fare.

La vita, è movimento, è energia, è tutto ciò che possiede attività.

Per amare la vita, senti la magia che questa ti regala.

Perché amare la vita

Molte persone, credono in qualcosa solo per dare un senso alla propria esistenza.

Si crede a questo o a quello perché così ci è stato detto di fare, si vive in loop immotivati, in credenze altrui.

Ma una cosa è certa, la tua vita è reale. Tu rappresenti l’emblema del movimento, dell’energia, dell’esistenza. Nulla di più certo esiste al mondo che l’essere umano.

In funzione di questo, abbiamo la certezza, che per un motivo o per un altro, siamo la vita, siamo l’essenza, dunque, non abbiamo bisogno di dimostrarlo, è così.

Assodato che siamo energia pura, siamo un’anima che vive in un corpo che si muove, per di più, noi stessi comandiamo come muoverci.

Questo, è il miracolo della vita, che però sfugge più o meno a tutti.

Dunque, la tua vita, è diversa da quella di chiunque altro, nessuno come te, è nato nel tuo posto, alla tua ora, con la stessa madre.

Nessuno avrà un vissuto uguale al tuo, nella tua casa o nei tuoi luoghi, e nessuno ha il tuo stesso percorso, proprio per questo, sei UNICO.

Hai la responsabilità di te stesso nel mondo, della tua anima e della sua evoluzione.

Devo spiegarti altri motivi per cui amare la tua vita? Credo che il fulcro principale lo hai colto, ora andiamo a vedere come fare por riuscirci davvero.

Ecco cosa che fare: Il metodo

Come dico nell’articolo su cosa significa amare se stessi, tu, sei la persona più importante della tua vita, in quanto unica a possederla.

La tua vita ti appartiene, per una ragione o per un’altra, questa vita che hai, è stata data a te, per farti compiere un qualcosa di meraviglioso.

Dunque, per cominciare ad amare la tua vita:

  • Osservarla alla radice: Fingi di non conoscere nulla di te, riparti da zero. “Chi sono”, “come sono arrivato fin qui?”, “cosa ho fatto di bello negli anni che ho avuto la mia vita?”, “che motivo ha la mia esistenza?”.
  • Non darla per scontato: Evita l’errore di dire “tanto sarà così”, “già so come va a finire”, “tanto non succederà”, “a me non capita mai”. Non cascare nell’errore del vittimismo acuto. Nessuno può sapere cosa sarà, questa è la parte bella, non puoi fare previsioni.
  • Comprendi la magia. La vita, è magica. Ti rendi conto di avere in mano un qualcosa più grande di te, che devi gestire tu per tutto il tempo, che ti succederanno cose che non puoi prevedere, che puoi scegliere come muoverti, come usare le parole. Nessuno sa dirti come o perché, ognuno crede in qualcosa e cerca di darsi una spiegazione plausibile, ma non c’è. Eppure ci sei, sei qui, in questo momento, puoi decidere di alzarti, di chiudere ciò che stai leggendo, di buttare in aria il tuo telefono, oppure no. Ti capitano cose che non ti saresti mai aspettato, incontri persone che ti fanno sorridere o provare emozioni. Hai tutto questo nelle tue mani e c’è ancora gente che non crede alla magia.
  • Perdona te stesso. Smettila di rimuginare su ciò che hai fatto o non fatto in passato. Tutte le azioni o scelte che hai fatto, sono frutto di pensieri nati in quel momento per ciò che conoscevi. Le tue scelte, sono la somma di quello che hai sentito, pensato, voluto. Non giudicarti solo perché qualcosa non è andata come volevi. Hai imparato la lezione, magari senza quell’errore, non avresti capito.
  • Smetti di lamentarti. Se continui a lamentarti per ciò che non hai, non apprezzerai mai ciò che hai. Come un cane che si morde la coda, rimarrai nel tuo loop per sempre. Apprezza tutto quello che sei riuscito ad ottenere e lotta per quello che non hai ancora ottenuto, il resto, è superfluo.
Per amare la vita, sentila pienamente tua, poiché lo è davvero.

La tua vita è bellissima

Se hai compreso bene questi punti sopra riportati, allora comincia a ragionare su questi. Impara ad ascoltare la tua anima.

Sei padrone di qualcosa di meraviglioso, renditene conto. Puoi scegliere come comportarti, puoi scegliere con chi vivere, con chi lottare, con chi emozionarti.

Tutte quelle persone che continuano a vivere sotto influenze altrui, non conosceranno mai la gioia di vivere.

La vita è libertà, nessuno può dirti cosa fare o dove andare, nessuno può dirti come vivere la tua vita, il tuo momento.

Questo è il bello, tutti ne abbiamo una sola o forse di più (questo non ci è dato saperlo), ma una cosa è certa, se tutti ne abbiamo almeno una, nessuno può guidare quella di qualcun altro.

Per amare la tua vita, devi comprendere che la tua libertà è la prima cosa.

Hai un potere inestimabile, vuoi sfruttare l’occasione oppure preferisci continuare a vivere facendo finta di niente nel loop della staticità?

Ricorda che il modo in cui decidi di vivere, racconta chi sei.

Dominantemente.

PER RICEVERE IL LIBRO DI DOMINANTEMENTE CLICCA QUI SOTTO

IL SOLE SEI TU.

Se ti è piaciuto l’articolo, condividilo sui social, aiuta Dominantemente a raggiungere più persone possibili, grazie.

Condividi l'articolo sui social

1 commento

Lascia un commento